Ultras Youth : Movimenti, densità, stratagemmi, posizioni

in Chi non salta. Calcio. Cultura. Identità. A cura di Matteo Balduzzi. Mufoco. Giugno-Ottobre 2021.

7

Gioventù Ultras

Stai con gli Ultras quando ce li hai di schiena, mentre camminano e fanno discorsi ad alta voce (I fucking hate sionists, a Tel Aviv) o mentre improvvisamente si fermano a fotografare il loro graffito in italiano, Padroni a casa nostra (a Casablanca). Non è che li capisci. Agli Ultras piace capirsi tra di loro (Capire tu non puoi se non sei come noi). Ma ne intuisci la vitalità, la forza di esistere, a sbalzi, parli la loro retorica spaziale, non ti perdi. È gente che cammina, certe volte li puoi accompagnare. A volte pure in macchina.

 

Una volta che ti avvicini ai gruppi, allo stadio, percepisci pure una corporalità performativa assillante, coinvolgente, estenuante, assordante ma anche volenterosa, velleitaria. Gruppi di quindici persone sparsi in curve minuscule di campionati periferici si sforzano di onorare i movimenti ultras. Vedi una membrana sottile agitata da una vibrazione di parole, ideologie, principi, regole scritte e non scritte, oggetti, cose, azioni, pratiche, canti, facce, archivi, vestiti, tecniche, energie, materiali, posti. Come in presenza delle arti della scena, l’idea di un tremendo spreco emotivo ti spinge verso un’ancora più velleitaria impresa documentaria, oppure verso intraducibili trattative per la costruzione di modelli astratti di rappresentazione. Almeno, a me, cosi viene. Cosa vuoi raccontare d’altro se non che forse più che un movimento, gli Ultras sono in movimento. Che, secondo me, il loro sogno è essere giovani per sempre. E che soprattutto non vogliono essere come te.

Giovanni Ambrosio

Gioventù Ultras: un movimento italiano

Tra il 1967 e il 1971 a Milano, Genova, Torino e Verona nasce un nuovo fenomeno sugli spalti degli stadi, la gioventù metropolitana, appena adolescente, inventa un nuovo modo per sostenere la propria squadra del cuore. Emerge un movimento folkloristico che si distingue dai precursori,  i club di tifosi, con l’uso di nomi aggressivi e con manifestazioni di colorite sugli spalti addobbati con striscioni lunghissimi che riportano nomi strani.

 

Talvolta fanno riferimento alla politica (Brigate, Collettivo e lo stesso Ultras), talvolta si rifanno al mondo militare (Commandos, Armata, Fedayn), altre volte alla cultura anglosassone (Boys, Rangers, Supporters). L’invenzione degli ultras, una genialità italiana che ha saputo diffondersi in tutto il mondo, si deve alla voglia di autonomia della gioventù italiana che frequenta le piazze, le università e le curve degli stadi a cavallo tra la fine degli anni 1960 e il principio del 1970. L’originalità del movimento risiede nella sintesi tra estremismo politico e il modo di tifare degli inglesi. L’Inghilterra, cosiddetta patria del tifo, rappresentava sicuramente un modello per questi ragazzi. Ma con la differenza che il colore, l’uso dei fumogeni, con la creazione di un vero e proprio un rito collettivo con nuove norme cambieranno per sempre il volto degli stadi. La cultura ultras, interclassista, intergenerazionale, si diffonde durante gli anni 1980 in tutta Italia. Mezzo secolo dopo la sua apparizione, il movimento ultras è cambiato, tra repressione, trasformazione del calcio e cambiamenti sociali. Lo stadio, da più da trent’anni, è un laboratorio delle nuove politiche repressive ma riflette anche i mutamenti sociali, economici e politici di un paese che ha cambiato pelle più volte in questo ultimo mezzo secolo.

Sébastien Louis

Density

Ultras Youth: We need no education

MAROCCO CASABLANCA

Prossimità e distanza con i Winners di Casablanca mentre intonano i canti  per incitare il Wydad di Casablanca. 

Ultras Youth Mufoco
Ultras Youth al Mufoco in Chi non salta

Erasmus Ultras

Ultras Youth

GERMANIA Jena

Alex H. è un membro attivo degli Horda Azzuro 2001 di Jena. Video Intervista a Safi, Marocco, 2021, durante il suo lungo periodo di visita agli Shark di Safi.

Fotografia d'archivio dei Desperados Empoli in trasferta. Per gentile concessione dei Desperados.

Ultras Youth Institut Français Milano

Ultras. Gli altri protagonisti del calcio
Introduzione di Linda Marchetti, direttrice dell’Institut français Milano. Saluti di Matteo Balduzzi, curatore della mostra CHI NON SALTA. Calcio. Cultura. Identità, in programma al Mufoco dal 12 giugno
Presentazione del lavoro di Giovanni Ambrosio
Presentazione del libro di Sébastien Louis.
Dibattito con Matteo Fontanone

Giovanni Ambrosio Ultras Youth Tunisia
Radès, Tunisia, 2019.
© Giovanni Ambrosio